Notizie

AGENA® a Milano ad ARCHITECT@WORK

published on: 14 ottobre 2016
AGENA® a Milano ad ARCHITECT@WORK
Per il terzo anno consecutivo torna a Milano ARCHITECT@WORK, un evento fieristico pensato su misura per incontrare le esigenze di architetti e di interior designer. Il 23 ed il 24 novembre 2016 appuntamento al MiCo – Fiera Milano Congressi (Piazzale Carlo Magno, 1) – presso lo stand n. 92, con le ultime novità presentate sul mercato da Agena. Focus e filo conduttore di ARCHITECT@WORK e di tutte le aziende che espongono è l’innovazione, agli espositori è richiesto di presentare sul proprio stand solo prodotti dal carattere fortemente innovativo e moderno. Un’idea rinnovata del tradizionale concetto di fiera, di provato successo in Europa, che a tutti gli effetti è entrata a fare parte degli appuntamenti chiave del Design Milanese. ARCHITECT@WORK assicura elevata qualità di ogni singolo prodotto esposto: tutti gli articoli sono infatti preventivamente selezionati da una giuria tecnica composta da architetti e designer, pronti a selezionare aziende e rispettivi beni che si sappiano distinguere per l’innovazione e l’offerta di alto livello.
Quattro i tessuti: Streets, Bond, Faces e Sacco e Lurex e due le carte da parati: Glam e Decollage, selezionati dalla giuria e quindi esposti da Agena.

Tessuto STREETS: propone un disegno geometrico con un effetto al tatto molto particolare: striature irregolari ed in rilievo conferiscono classe e raffinatezza ad un tessuto – altezza cm 140 – in cotone misto seta dalla consistenza delicata ed al contempo strutturata. La palette di 8 colori ricorda tonalità sobrie, autunnali. La seta dona uno straordinario “effetto luce” al gioco di contrasti tra trama e ordito e risplende elegantissima in queste sovrapposizioni di tratti in rilievo, mentre il cotone conferisce struttura e corpo. 

Tessuto BOND: in cotone misto a poliammide, garanzia di leggerezza, resistenza all’usura e facilità di manutenzione; ottimi presupposti per un prodotto destinato a rivestire divani, poltrone ed oggetti d’arredamento. Una collezione di tendenza, esaltata da disegni raffinati che –seppur di fattura seriale- si offrono come preziosi ricami artigianali, perfetti nei colori moda cipria, militare, violetto ed ottanio oltre ai tradizionali bianco, argento e nero. BOND è tridimensionale, caratterizzato da piccoli segni stilizzati a forma di “V” e l’intreccio tra trama e ordito regala l’effetto ottico del chiaroscuro, simile ad una vera imbottitura. Tessuto FACES: sottile tessuto in lino che crea giochi di luci e trasparenze nel velo materico, mosso dalle irregolarità del filato. La presenza di poliammide nella composizione lo rende molto morbido al tatto. Tre i colori disponibili, tutti chiari e tenui. La trama è fitta ma permette comunque alla luce di filtrare. 

Tessuto SACCO E LUREX: due le varianti colore per questo tessuto, argento e rame, proprio come i filati tubolari contenuti nelle fibre, che sono appunto, in argento ed in rame, ben visibili e brillanti nella trama. Ideale per tendaggi proposto in grande altezza, 320 cm, è in misto lino, e si presenta con una fantasia rigata irregolare. Entrambe le varianti sono nei toni neutri del beige con venature antracite, più tendenti a toni caldi per la variante rame, e freddi per quella argento; è ben evidente la filigrana in argento o in rame che percorre la lunghezza del tessuto. 

Carta da parati GLAM: effetti a rilievo si combinano dando vita a questa insolita carta disponibile in 11 varianti colore, che giocano su forti contrasti materici. La garza risulta sovrapposta, su più strati in modo irregolare; questo conferisce un effetto alternato che forma dei quadrati che si ripetono e si intrecciano. La texture varia, a rilievo, è estremamente luminosa, cangiante e brillante. 

Carta da parati DECOLLAGE: l’ultima nata in casa Agena, prende ispirazione dal Dadaismo, tendenza culturale che stravolge le convenzioni enfatizzando l’originalità. Gli artisti di questo movimento erano volutamente irrispettosi, stravaganti, ricercavano la libertà di creatività per la quale utilizzavano tutti i materiali e le forme disponibili, come in DECOLLAGE, ottima scelta per pareti insolite: la texture infatti ricorda un muro anticato da cui emergono particolari effetti di carta da giornale, dipinti e scritte.

Per saperne di più su: AGENA

Fotogallery

Le riviste

suitegdamac

Follow us on