Inaugurazioni

Il palazzo addormentato risvegliato da The Student Hotel

published on: 5 settembre 2018
Il palazzo addormentato  risvegliato da The Student Hotel
In seguito a un restauro di 50 milioni di euro, il TSH Lavagnini respira una nuova vita in un quartiere precedentemente trascurato. Lo spazio di co-living e co-working di 20.000 metri quadrati e 390 stanze, originariamente costruito nel 1864 per uso diplomatico, si trasforma in un centro creativo per viaggiatori, studenti, lavoratori, imprenditori, giovani professionisti e gente del posto. 
Il nuovo design ha risvegliato l’antico palazzo soprannominato “il Palazzo Addormentato” dagli abitanti della città. L’architettura classica è arricchita da tocchi moderni, come un’installazione di graffiti extra large nel cortile centrale, la piscina sul tetto “The Beach is Boring”, uno skybar e due terrazze con panorami mozzafiato della città, del Duomo e delle colline toscane. 
Posta di fronte al complesso della Fortezza da Basso, vivace epicentro culturale e commerciale, nonché splendida area verde, la facciata principale dell'edificio si trova lungo Viale Strozzi. L'ingresso principale dell'hotel gode di grandissima visibilità, trovandosi su Viale Lavagnini, una delle strade principali di Firenze. A cinque minuti di bicicletta dal Duomo e dal centro città, il TSH Florence Lavagnini fa parte di una più ampia rivitalizzazione della Fortezza da Basso, la quale prevede una riqualificazione dell’area attraverso la costruzione di nuove piste ciclabili e aree pedonali. 
Due archi storici costituiscono l'ingresso del TSH Firenze Lavagnini, con un terzo arco appena creato che conduce al cortile interno e alla hall dell'hotel. Il pavimento dell'ingresso è in cemento. Esso è insieme prolungamento della strada da fuori e percorso verso il cortile interno: lo scopo è quindi unire i due spazi con la città. 
I tubi luminosi colorati rivestono le pareti creando un motivo grafico, un tocco moderno in un passaggio storico che crea ritmo al passaggio degli ospiti. Tre sono le enormi finestre che fiancheggiano i muri su ogni lato, imitando una tradizionale galleria italiana e che offrono degli scorci sugli spazi sociali dell'hotel. Quattro altalene rosa pendono dal soffitto alto 5,50 metri, incoraggiando l'interattività e preparando il terreno al divertimento. 
Il cortile interno di 860 metri quadrati, ricco di opere artistiche, offre agli ospiti e ai cittadini di Firenze un nuovo spazio comunitario. Wifi gratuito, aree rialzate con posti a sedere misti e mobili da terrazza caratterizzano questo spazio, fornendo più aree da frequentare e in cui studiare, rilassarsi e mangiare. 
Attraverso il cortile, l’unica scala di nuova costruzione e in color terracotta e rifinita in acciaio corten e con posti a sedere incorporati, conduce alla hall. Il corten è comunemente usato a Firenze, il suo colore rossastro è un omaggio al mattone rosso ocra visto in tutta la città. Autentici lampioni fiorentini dipinti in giallo TSH adornano il cortile, esaltando l'idea dello spazio esterno come parte della strada e insieme estensione di Firenze. 
Nel cortile e in tutto l'hotel, l'arte continuerà a cambiare ed evolvere, con TSH che fornisce un palcoscenico per installazioni 'viventi' che si ergono in contrapposizione giocosa con i capolavori di Firenze. Murales divertenti adornano una delle pareti. I futuri murales sono previsti dai graffitisti britannici Ben Eine e D-Face, dal graffitista francese Blek le Rat, dal collettivo d'arte olandese Favela Painting e altri ancora. Anche le scale sono affrescate con murales e affreschi contemporanei creati da artisti invitati. Questi creano elementi di sorpresa tra gli spazi, trasformando i passaggi dell'edificio in destinazioni a sé stanti. 
La lobby di 175 metri quadrati è una scatola di vetro piena di luce ancorata all'edificio, che crea uno spazio moderno per fornire un contrasto sorprendente con la storia. Il tetto in corten della hall può essere visto quando si guarda giù dalla terrazza sul tetto. All’interno troviamo uno spazio stimolante e interattivo con aree lounge, pareti colorate e giochi grafici con gli specchi; e ancora: un pianoforte, un tavolo da ping-pong e un negozio al dettaglio che vende prodotti a marchio TSH e locali. 
Una zona reception self-service occupa l'angolo centrale. La sua caratteristica distintiva è un'affascinante insegna al neon circolare che strizza l'occhio a "Truly Madly Deeply". Le aree salotto sono arredate con eleganti pezzi vintage in stile danese che hanno elementi in legno e sono tappezzati con colori sfumati, un caldo contrasto con la pietra monumentale, il cemento e il marmo dell'edificio. La mailroom presenta un enorme muro di cassette postali gialle luminose di firma TSH. 
In collaborazione con i fondatori del famoso ristorante-caffetteria, La Menagere, TSH ha creato un ristorante spettacolare chiamato OOO - Out Of the Ordinary. 
TSH Florence Lavagnini ha inoltre 4 classi, che variano dai 20 ai 45 metri quadrati, atte a ospitare corsi di formazione, riunioni, workshop e sessioni di brainstorming, che presentano tavoli riunione e sedie scolastiche. Le camere più grandi sono dotate anche di sedute a tribuna. In tutte le aule troviamo lavagne e funzionalità multimediali.
Il design è stato progettato dal team interno di TSH, in collaborazione con l’azienda Rizoma Architecture di Bologna e lo studio Archea di Firenze. Quando gli ospiti entrano nell’edificio, l’iconico tratto distintivo di TSH è lì ad aspettarli insieme a un pianoforte a coda e a un tavolo da ping pong.  
Il TSH Firenze Lavagnini dispone di 390 camere adatte a viaggiatori giovani e meno giovani per soggiorni da una notte fino ad un anno. Le camere sono dotate di un bagno privato e vanno dai 15 metri quadrati per le camere singole ai 65 metri quadrati per quelle dedicate alle famiglie. Le stanze sono organizzate in gruppi attorno a un cortile comune per consentire la crescita di diverse comunità di viaggiatori e residenti che condividono il soggiorno. 
Ideale per celebrare eventi speciali è la sala divertimenti dell’hotel, una suite VIP di 55 metri quadrati, composta da una terrazza privata con vista sulle colline toscane e una camera da letto con vista sul Duomo. La stanza è decorata con una combinazione di mobili vintage e stili Memphis e Architecture Radicale. Specchi graficamente posizionati creano un trompe l’oeil sulla parete. Design per TSH Florence Lavagnini è stato creato dal team interno di TSH Design Experience, in collaborazione con lo studio Rizoma Architetture di Bologna e lo studio Archea di Firenze. Le squadre hanno lavorato insieme per preservare il patrimonio dell'edificio, come pavimenti in marmo originali, scale e affreschi drammatici, aggiungendo nuove e ispiranti caratteristiche moderne. 
Il pinnacolo dell'hotel è la sua piscina sul tetto e il bar che vanta ampie vedute del Duomo e le famose colline della Toscana. Gli spogliatoi delle case calde dipinte a strisce blu, rosse e bianche evocano le spiagge toscane, con un tocco moderno. L'area è decorata con piante esotiche e la frase sfacciata "The Beach is Boring" adorna il fondo a mosaico della piscina. Il bar, ispirato ai bar degli stabilimenti balneari, è aperto fino a tarda sera. La palestra sul tetto vanta una facciata in vetro e una terrazza all'aperto, in modo tale che gli ospiti possano godersi il panorama durante il loro allenamento.  

Fotogallery

Le riviste

suitegdamac

Follow us on