Notizie

Intervista a Elisabetta de Strobel

published on: 4 giugno 2013
Intervista a Elisabetta de Strobel
Suite: Quali prodotti ha presentato durante la scorsa Settimana del Mobile e con quali aziende italiane ha collaborato? 
Elisabetta de Strobel: La mia collezione principale è stata presentata da Grande Arredo (Le Fablier), azienda con la quale collaboro ormai da qualche anno. E' una collezione completa giorno/notte che prende spunto da Anthea, collezione che avevo disegnato per Le Fablier nel 2012. Al Salone, a livello di prototipo, è stata presentata la camera da letto. Letto, comò, comodini, pettiniere, li ho rivisitati in dimensioni più importanti e finiture più luxury. Per disegnare questa collezione ho preso spunto dallo stile barocco, cercando di attualizzarlo secondo le esigenze ed i gusti contemporanei. Questa nuova collezione, il cui nome deve ancora essere definito, si contraddistingue soprattutto per le linee tondeggianti, ma decisamente simmetriche. 

Suite: Quali, tra i prodotti presentati, si riferiscono in particolar modo agli ambienti contract?
Elisabetta de Strobel: A questo punto la domanda corretta è: cosa si intende come Contract? Per me significa parlare di Progetto. In questo senso tutti i miei prodotti sono riferibili al Progetto come hotellerie, residential e business. Nel mio concetto di design prediligo un approccio project-oriented, focalizzato sulle esigenze del fruitore, sui suoi gusti ed usi quotidiani, cercando sempre di combinare l'estetica con la praticità. 

Suite: Con quali materiali innovativi sta lavorando? 
Elisabetta de Strobel: I materiali che prediligo sono sempre naturali, come legno, ceramica, ferro e resina. Da soli o combinati tra loro i materiali naturali sono straordinari, comunicano sempre alta artigianalità, che è uno dei grandi pregi della tradizione italiana. 

Suite: Quali sono secondo lei i trend di questa edizione del Salone? La presenza di un sempre maggior numero di visitatori esteri sta condizionando, secondo lei, lo stile e il design rispetto agli anni passati? 
Elisabetta de Strobel: I trend emergenti sono l'ecosostenibilità, l'hybrid, il lusso classico, l'accessibilità e... tanto attendismo. La gran presenza di stranieri sta condizionando soprattutto l'approccio al cliente e alla vendita, gli stranieri non acquistano: guardano, confrontano e poi contattano. Questa  modalità sta cambiando il volto delle fiere che diventano sempre più network, piazze, visite velocissime ricche di appunti fotografici.

Per saperne di più su: ELISABETTA DE STROBEL

Newsletter

Trattamento dei dati personali ai sensi della legge vigente sulla privacy (art. 4 D.Lgs. 196/03)

Le riviste

suitegdamac

Riflessi at Design Week 2017

Milano Design Week 2017

Follow us on