Notizie

Intervista a Flos sul progetto Golden Mile

published on: 8 ottobre 2014
Intervista a Flos sul progetto Golden Mile

Suite: Com’è nato l’incarico per la fornitura di prodotti Flos Light Contract per il progetto Golden Mile e come avete lavorato per definire con lo studio di progettazione gli elementi da adottare all’interno del locale?
Flos: L’incarico del progetto Golden Mile nasce dalla nostra collaborazione con lo Studio di progettazione D73. Gli architetti Vismara e Viganò, infatti, ci hanno chiesto di “accompagnare” il loro percorso progettuale con un’illuminazione che potesse sottolineare il mood da loro pensato per i vari ambiti del centro benessere. Abbiamo quindi, con loro, coordinato un lavoro costruttivo che ha portato a sommare le nostre competenze specifiche nel campo illuminotecnico con la loro sensibilità progettuale. Il tutto finalizzato ad ottimizzare la luce nei vari spazi del progetto e coordinarla, infine, con le esigenze del cliente.
Suite: Quali prodotti sono stati selezionati, nello specifico, per il progetto del Golden Mile?
Flos: Date le dimensioni (circa 4500 m²) e le diverse tipologie di spazi (Spa, store, lounge bar, tea room, gym, pool, etc.) abbiamo utilizzato, seguendo le indicazioni dello Studio D73, più di 40 apparecchi diversi delle famiglie Flos architectural, Flos decorative e Soft Architecture. Dove poi le soluzioni non si potevano reperire tra i nostri prodotti standard o dove la richiesta diventava molto specifica è intervenuta la nostra sister company Light Contract a proporre soluzioni customizzate su disegno. Esempi di questa customizzazione sono una grossa lampada circolare di 3 mt di diametro che è stata posta sotto il lucernario centrale dello spazio e un corpo illuminante cubico disegnato dallo Studio D73 e realizzato da Flos esclusivamente per Golden Mile.
Suite: Com’è intervenuta la luce per assecondare la filosofia di Golden Mile come progetto esclusivo, emblema del design “Made in Italy”?
Flos: La luce ha avuto un ruolo da protagonista nel progetto. Come abbiamo già descritto precedentemente, abbiamo dedicato una speciale attenzione alle soluzioni illuminotecniche coordinandole con un sofisticato sistema di controllo che permette la loro dimmerizzazione. A livello estetico, poi, sono stati inseriti alcuni nostri prodotti icona come “arco”, “skygarden” e “zeppelin” che consentono la riconoscibilità e l’unicità del Made in Italy in questo progetto così prestigioso.
Suite: Quali altre commesse importanti state affrontando nel mondo del “contract”?
Flos: sta lavorando ad alcuni prestigiosi ed impegnativi lavori “contract” in varie zone del mondo. Tra questi annoveriamo la parte lounge della Qatar Airlines presso il nuovo terminal dell’aeroporto di Doha; stiamo inoltre contribuendo alla realizzazione di nuovi negozi per worldwide per catene di retail quali Ferragamo, Celine, Berluti, Dior, Brioni, Armani, Zara e Margot. Stiamo, infine, collaborando con lo Studio Citterio ad un nuovo Mandarin Oriental a Bodrum in Turchia.

Per saperne di più su: FLOS

Newsletter

Trattamento dei dati personali ai sensi della legge vigente sulla privacy (art. 4 D.Lgs. 196/03)

Le riviste

suitegdamac

Riflessi at Design Week 2017

Milano Design Week 2017

Follow us on