News

La collezione 2016: Graffiti, Pregiati, Fiammati, Rigati

published on: 3 novembre 2016
La collezione 2016: Graffiti, Pregiati, Fiammati, Rigati
Nel 1927 nasce in Italia a Cantù, nel cuore della Lombardia, la tintorìa del legno che oggi è leader operando in oltre 60 Paesi nel mondo. TABU si pone come un costante punto di riferimento per gli architetti: la tintorìa del legno naturale e la tecnologia del legno multi laminare garantiscono l’omogeneità del colore e la ripetibilità della struttura. Questi sono i due veri vantaggi che dona l’arte tintoria del legno, perfezionata da TABU all’interno di elevatissimi standard qualitativi che non sono imitabili. 

GRAFFITI 
Dopo il successo ottenuto nella Collezione 2014 per le Radiche, TABU ha sviluppato ulteriori 14 modelli realizzati con la medesima tecnica utilizzata in precedenza. La scelta eco-sostenibile delle specie legnose colorate in tutto lo spessore, l’utilizzo della tecnologia di ultima generazione nel mondo del laser per il taglio, la capacità manuale di “montare” i vari pezzi di legno interpretando il disegno naturale di ciascuna specie, la supportatura su un tessuto-non-tessuto anche questo certificato FSC, costituiscono i principi cardini su cui sono realizzati questi fogli il cui formato standard è di ca. 1260 x 3060 mm. 

PREGIATI 
TABU continua la propria missione di comunicare al mondo della progettazione d’interni quale sia l’importanza del termine “pregiato” nel settore legno. Con questo termini si distinguono quei legni che presentano le radiche, i pomelé e i frisé, ovvero quei decori tridimensionali che solo Madre Natura può disegnare e donarci. Grazie alla propria conoscenza nel ricercare questi legni unici e grazie alla tecnica di tingere il legno in tutto lo spessore, TABU è in grado di offrire ai propri clienti questi piallacci pregiati, e del tutto simili al tatto e alla vista a un tessuto morbido e lucente, oppure finemente ricamato, e che si rendono ideali per utilizzi in contesti particolarmente lussuosi. In particolare l'Eucalipto frisé e pomelé sono il risultato della caparbietà con cui TABU persegue sia il valore estetico sia l'alta sostenibilità ambientale legata a questa specie legnosa. Il Taba frisé presentato in un colore metallico freddo e l’Acero frisé presentato in un colore giallo spento, completano questa gamma. 

FIAMMATI 
Quando il tronco viene tagliato di “piatto”, il legno presenta una figura a cattedrale o a fiamma (da cui il nome “FIAMMATI”). Questo raggruppamento presenta alberi che sono stati tagliati sul piatto o sul largo. Questi piallacci vengono proposti con basi di colori dominanti nel marrone e nel grigio che negli anni riscontrano un costante successo nella scelta dei progettisti. Le specie legnose selezionate sono quelle che maggiormente si adattano ad un design moderno e contemporaneo, quali ad esempio il Noce Canaletto e l’Eucalipto. Una novità assoluta è il Pino fiammato con i nodi, sperimentato in quattro raffinate tonalità di tendenza (vinaccia e grigio fumo). La Betulla fiammata costituisce un'interessante e delicata alternativa al Noce Canaletto. Il Tiglio fiammato multilaminare risponde a un'accorta combinazione cromatica. La stupefacente bellezza del colore, resa possibile dall'arte tintoria del legno, viene in questa collezione affidata al Bolivar azzurro. 

RIGATI 
Questo raggruppamento raccoglie quei legni che sono stati prodotti attraverso una lavorazione sul “quarto” il cui risultato è una venatura lineare e diritta, adatta così ad ogni tipo di soluzione progettuale. In questa collezione, tra i naturali tinti proponiamo novità come il Mogano Sapeli rigato, proposto in un'elegante tonalità grigia, oltre al Tay color glicine. Vi sono inoltre i nuovissimi piallacci multilaminari, realizzati unicamente con specie legnose europee e nord-americane (Tiglio, Rovere, Bolivar, ecc.) e prodotti con colle a zero contenuto di formaldeide, tutti etichettati Ecozero. Vengono confermate le combinazioni cromatiche che hanno ispirato le collezioni di questi anni: i multilaminari ci regalano suggestivi echi delle strutture dell'Ebano, del Palissandro e dello Zebrano, specie legnose che oggi sono molto rare in natura e a rischio, motivo per cui TABU ha deciso di proporre solo coi soluzioni realizzate con i legni multilaminari.

Per saperne di più su: TABU

Fotogallery

Le riviste

suitegdamac

Follow us on