Notizie

La varietà dei bordi impiallacciati Ostermann

published on: 16 febbraio 2016
La varietà dei bordi impiallacciati Ostermann
Per gli amanti delle superfici in vero legno il bordo impiallacciato rimane sempre la prima scelta. Per fortuna Ostermann dispone di una vasta gamma nel suo assortimento di oltre 100 diversi bordi impiallacciati. Qui sono inclusi naturalmente anche i bordi abbinati all' ultima "Piallacci in legno BOARDS collection 2015" di Kaindl, oltre che il nuovo bordo legno di testa in rovere europeo. Le superfici impiallacciate stanno vivendo una piccola rinascita. Sempre più spesso si vedono sale di rappresentanza, rivestite con ricche superfici in legno. Perfino i produttori di lampade stanno lavorando recentemente con impiallacciature retroilluminate. Inoltre, l'attuale tendenza di arredamento della "nuova intimità" certamente contribuisce a riportare l'attenzione sulle superfici in vero legno. È un bene quindi, che Ostermann disponga di una vasta gamma anche per questi bordi tradizionali, con una serie di interessanti finiture. Questo include, per esempio, la completa "Piallacci in legno BOARDS collection 2015" di Kaindl. In particolare all'interno della collezione si trova la nuova finitura "stonewashed", che combina la tradizionalità del legno con un nuovo, moderno aspetto "usato". Il bordo legno di testa in rovere europeo è una novità particolarmente interessante aggiunta di recente alla gamma dei bordi impiallacciati Ostermann. Lamelle in legno di diverse larghezze donano al bordo un aspetto vivace, ma allo stesso tempo naturale. Un sottile substrato fineline assicura la giusta stabilità e sufficiente flessibilità al bordo di spessore 1,2 millimetri durante la fase di lavorazione. Il nuovo bordo legno di testa in rovere europeo con codice 073.4200 è disponibile nelle larghezze di 24, 33 e 43 mm a partire da una bobina (50 metri). Tutti i bordi impiallacciati Ostermann sono forniti con il consueto servizio veloce entro le 24 ore.

Per saperne di più su: OSTERMANN ITALIA

Fotogallery

Le riviste

suitegdamac

Follow us on