Notizie

Le soluzioni acustiche di Scrigno

published on: 6 aprile 2018
Le soluzioni acustiche di Scrigno
Scrigno lancia la sua innovativa soluzione acustica: un sistema controtelaio/porta unico per tecnologia nel panorama delle porte scorrevoli, appositamente sviluppato e testato per garantire elevate prestazioni, a favore della qualità degli ambienti indoor. La riduzione dell’inquinamento acustico è da tempo oggetto delle nostre normative, come cita la legge quadro n.447 del 26 ottobre 1995 che, in virtù delle modifiche apportate dal decreto legislativo n.42 del 2017, sancisce i principi fondamentali da applicare per gli edifici di nuova costruzione e per la ristrutturazione degli esistenti. Segue il D.P.C.M. del 5 dicembre 1997, che suddivide gli edifici in base alla loro destinazione d’uso e indica per ciascuno la soglia di rumore limite da dover rispettare per essere considerato a norma. Tale regolamentazione si prefigge l’obiettivo di determinare i requisiti acustici attivi delle sorgenti sonore interne e passivi degli edifici e dei loro componenti in opera, di cui fanno parte anche le partizioni orizzontali e verticali. 

L’esigenza di garantire un ambiente sano e acusticamente idoneo ha ispirato Scrigno, che ridefinisce il comfort abitativo proponendo un controtelaio e una porta che si caratterizzano per le loro eccezionali performance per quanto concerne il fonoisolamento. La novità Scrigno sfrutta una tecnologia esclusiva, che consiste nell’apporre guarnizioni mobili corredate da magneti lungo il perimetro inferiore del pannello porta e sul controtelaio, ovvero i due punti meno isolanti in una porta scorrevole classica. 
Francesco Bigoni, direttore marketing di Scrigno Holding commenta: “I decreti D.M.A. 24 dicembre 2015 e il successivo D.M.A. 11 gennaio 2017 sanciscono l’obbligo per il costruttore di presentare prove del rispetto della normativa vigente, presentando un progetto acustico in fase iniziale e, una volta ultimati i lavori, una relazione di conformità che riporti le misure adottate in opera al fine di attestare il raggiungimento della relativa classe acustica. Una specifica di fondamentale importanza, che avvicina la normativa italiana ad altri Paesi europei, come ad esempio la Francia, dove adempimenti simili esistono già da tempo e testimoniano l’impegno nell’implementare politiche di miglioramento delle prestazioni acustiche degli edifici. Con la soluzione acustica, abbiamo studiato il connubio ideale tra tecnica e design, funzionalità e stile, per aprire la strada verso una nuova concezione dell’ambiente domestico, in cui il comfort acustico diventa un elemento essenziale, in linea con la nostra mission di creare nuovi spazi e nuove libertà, per migliorare la qualità della vita delle persone e rendere confortevoli gli ambienti in cui vivono.” Il prodotto sarà disponibile a partire dall'estate 2018.

Per saperne di più su: SCRIGNO

Fotogallery

Le riviste

suitegdamac

Follow us on