Notizie

Lectra lancia DiaminoFurniture V6R2

published on: 8 febbraio 2016
Lectra lancia DiaminoFurniture V6R2
Lectra, leader mondiale nelle soluzioni tecnologiche integrate per le aziende, che utilizzano materiali morbidi (tessuti, pelli, tessuti industriali e materiali compositi), è lieta di annunciare il lancio di DiaminoFurniture V6R2, l'ultima versione del software dedicato alla creazione di piazzamenti per mobili imbottiti. Questa nuova versione del software ha ulteriormente ampliato l’ambito di applicazione della creazione automatica dei piazzamenti, accelerando il processo di sviluppo prodotto. Ciò permette di realizzare prodotti finiti di qualità superiore, massimizzando il risparmio dei materiali in sala taglio. Oggi, il consumatore vuole che l’arredamento rispecchi il suo stile di vita. Vuole mobili sofisticati in un’infinita gamma di colori e tessuti, con tempi di consegna sempre più brevi. Per questo motivo, le aziende produttrici devono costantemente rinnovare la loro offerta, vedendosi costrette a fronteggiare non poche difficoltà per riuscire a mantenere prezzi interessanti e competitivi, data la necessità di creare e gestire un maggior numero di indicatori sempre più complessi, affinché gli ordini vengano gestiti nel pieno rispetto delle tempistiche stabilite e dei costi preventivati. DiaminoFurniture rappresenta un elemento chiave dell’offerta Lectra dedicata all’arredamento, che utilizza l’automazione per accelerare il processo di pre-produzione, eliminando le mansioni manuali ripetitive e che implicano un gran dispendio di tempo. Per i produttori, la situazione è resa ulteriormente complessa dall’aumento del costo dei tessuti, che li spinge a cercare alternative meno onerose per proteggere i margini e rimanere competitive. D’altro canto, vi sono maggiori probabilità che i materiali più a buon mercato presentino difetti e imperfezioni. È il caso, ad esempio, delle diverse sfumature di uno stesso colore rilevate nei tessuti a tinta unita o delle variazioni di uno stesso motivo. Tali inconvenienti generano un maggior numero di scarti a discapito della redditività. “La crescente richiesta di una gamma di modelli più ampia e da rinnovare con maggior assiduità ha creato un’enorme pressione per le aziende produttrici di mobili imbottiti. Si vedono, infatti, obbligate a individuare nuove soluzioni per accelerare l’immissione sul mercato dei loro prodotti e ridurre i costi”, spiega Céline Choussy Bedouet, Chief Marketing Officer presso Lectra. “Poiché i tessuti rappresentano fino al 40% del prezzo di costo dei mobili, una creazione efficiente dei piazzamenti, in grado di ottimizzare l’impiego dei materiali, conferisce un vantaggio realmente competitivo”.

Per saperne di più su: LECTRA

Le riviste

suitegdamac

Follow us on