Notizie

Maligno: strategie, obiettivi, la nuova sede e una sorpresa

published on: 13 giugno 2013
Maligno: strategie, obiettivi, la nuova sede e una sorpresa
Il 6 e il 7 giugno, nella nuovissima sede di Peveragno, il team Maligno ha presentato le nuove strategie e gli obiettivi dell’azienda. La continuità nel rispetto della memoria per l’ebanisteria proiettata nel futuro. Negli oltre sessant’anni di storia, la Maligno ha saputo coniugare con passione l’arte dell’ebanisteria con le nuove tecnologie, la capacità di cambiare pelle per rispondere e corrispondere alle richieste dei nuovi mercati, soprattutto quelli internazionali. La vocazione per i valori artigianali, l’attenzione ai nuovi materiali e alle tecniche di trasformazione, la sensibilità per saper entrare in sintonia con le richieste delle nuove generazioni di progettisti, un vero e proprio senso del gruppo: questo è il mix che fa della Maligno un player in grado di soddisfare anche le più raffinate richieste di interventi custom made. I fratelli Andrea e Leonardo Maligno hanno raccolto l’importante eredità lasciata dal papà Salvatore e – con la naturale propensione alla condivisione e alla creazione di valore che li contraddistingue - hanno schiacciato il piede sull’acceleratore della crescita: una nuova sede, nuovi macchinari e un nuovo progetto d’impresa: Unity Design Build. Pensata e realizzata insieme alla Peirano e ad Ambiente Luce, la Unity Design Build è già operativa e può contare su un vero e proprio documento strategico che vede, oltre alla condivisione e valorizzazione delle competenze, anche l’ottimizzazione delle risorse umane. La Maligno vanta già numerosi collaborazioni con i maggiori studi di architettura nazionali e internazionali, da Zaha Hadid allo Studio Hoffman-Janz , da Gianni Arnaudo (che ha progettato la nuova sede dell’azienda) a Maurizio Favetta, ada Creative Architecture al Project Noa Architects: il Il rapporto con i grandi architetti è da sempre uno dei punti di forza dell’azienda, uno strumento privilegiato per la ricerca di un linguaggio che permetta di anticipare le nuove tendenze.  Maligno Industria Arredamenti ha realizzato gli interni dell’area bar, del living e la zona lettura del nuovo edificio scolastico della capitale dell’Azerbaijan seguendo il progetto dello studio americano Noa Architects di Bethesda. L’azienda piemontese ha, inoltre, studiato e ideato l’area della control room, luogo di controllo globale dell’università e ambiente futuristico che ricorda gli interni di un’astronave. All’interno dell’università sono stati utilizzati materiali speciali ed effetti illuminotecnici per suscitare emozioni e divertimento. Il progetto dell’architetto Gianni Arnaudo per la nuova sede aziendale, interamente realizzato con tecnologie di avanguardia e nel totale rispetto dell’ambiente, rappresenta il primo “centro delle arti artigiane e del design” della provincia di Cuneo, un vero luogo di ricerca e di studio dove far incontrare idee e professionalità in grado di realizzarle.

Per saperne di più su: MALIGNO

Fotogallery

Newsletter

Trattamento dei dati personali ai sensi della legge vigente sulla privacy (art. 4 D.Lgs. 196/03)

Le riviste

suitegdamac

Riflessi at Design Week 2017

Milano Design Week 2017

Follow us on