Notizie

One Trip Hotel

published on: 21 novembre 2012
2020 un futuro-futuribile…il viaggiatore arrivato in una nuova città, ha bisogno di  sentirsi coinvolto nella realtà che sta vivendo per la prima volta, così l’hotel  assume un ruolo di primo piano: contenitore di emozioni, non luogo capace di trasmettere caleidoscopiche prospettive sul territorio o di offrire un percorso interattivo durante il quale in qualunque parte della struttura si possa percepire in maniera tangibile il luogo facendo leva sulle emozioni del  turista. Una suite di hotel, completamente destrutturata dall'Architetto, che ha riempito uno spazio aperto di oggetti dal design anticonvenzionale: l'armadio bifacciale realizzato in pietra acrilica su disegno dello Studio divide il living dalla camera da letto con un segno netto eppure non invasivo.L’architetto ha ripensato e disegnato corpi luminosi che unissero alla funzione prima, l'illuminazione, una forte valenza estetica ed innovativa ricoprendo il diffusore con elementi di muschio naturale in collaborazione con Verde Profilo. I bruciatori di design di Planika, si amalgamano all'ambiente Hi-tech con naturalezza, portando quel tocco di calore che spesso manca nelle strutture alberghiere. Un viaggio sensoriale, questo, capace di trasformarsi in un evento non fine a se stesso, ma un primo esempio e un motore capace di stimolare i viaggiatori in una continua ricerca di se stessi e del mondo circostante. La forte valenza tridimensionale delle boiserie di B-matrix crea giochi di ombre inaspettati quando incontra l'esile figura della lampada da terra di Prandina.

Per saperne di più su: PRANDINA

Newsletter

Trattamento dei dati personali ai sensi della legge vigente sulla privacy (art. 4 D.Lgs. 196/03)

Le riviste

suitegdamac

Riflessi at Design Week 2017

Milano Design Week 2017

Follow us on