Notizie

Un'intervista con Armando Bruno sul concorso Young&Design 2015

published on: 7 ottobre 2014
Un'intervista con Armando Bruno sul concorso Young&Design 2015

Abbiamo incontrato l'Architetto Armando Bruno, Amministratore Delegato dello Studio Marco Piva di Milano, che dalla scorsa edizione ha preso le redini del concorso Young&Design e coordina tutta l'organizzazione.
Design&Contract: Eccoci pronti a lanciare la nuova edizione, cosa Le è rimasto della scorsa e cosa cambierà nella prossima?
Armando Bruno: L'anno scorso ho accettato questa sfida per amicizia con Voi ma soprattutto per un forte sentimento di affetto nei confronti di questo premio al quale avevo partecipato giovanissimo e che mi aveva dato la spinta per migliorare e approfondire seriamente il mio approccio al progetto.
Il mio apporto principale, lo scorso anno è stato rivoluzionare la Giuria e far uscire il Premio dal Salone per cominciare a coinvolgere anche altri spazi in città. Insieme con GDAMILANO abbiamo anche deciso di decontestualizzare, rispetto al Salone, la premiazione per esaltare l'unicità del premio e il valore dei prodotti in sé e non per la loro presenza all'interno del più grande evento di design mondiale.
Design&Contract: Scelte che intende confermare anche per l'edizione 2015?
Armando Bruno: Sostanzialmente si. La Giuria cambia totalmente anche quest'anno con il solo punto fermo di ADI che però ha un nuovo Presidente. Sicuramente i prodotti che potranno partecipare possono essere esposti anche nei Fuori Salone presenti in città. Per la premiazione sto ancora valutando la data e il luogo e questo sarà deciso entro dicembre al momento del lancio delle iscrizioni.
Design&Contract: Ma chi può iscriversi a Y&D2015 e che tema avrà?
Armando Bruno: Young&Design è dal 1987 il Concorso che premia i giovani. Non esiste un altro appuntamento così importante in Italia. Potranno iscriversi designers (anche stranieri) nati dopo il 31/12/1979 con prodotti realizzati con aziende italiane. Quest'anno oltre ai mobili, imbottiti, accessori avremo naturalmente anche il tema dell'illuminazione in concomitanza con le merceologie del Salone del Mobile.
Design&Contract: Mi diceva che ci sarà una Giuria tutta nuova..
Armando Bruno: Si, quest'anno avremo Federica Sala (critica del Design); Giuseppe Bavuso, Ilaria Marelli, Massimo Iosa Ghini Mauro Lipparini (designer) e un altro giurati che rivelerò a breve. La presidenza della Giuria è affidata a Luciano Galimberti, Presidente dell’ADI, che lo scorso anno ha patrocinato il premio. Sono veramente soddisfatto! Tutti i giurati sono un riferimento forte nel mondo del design e quindi i ragazzi potranno ricevere un vero impulso da questo confronto.
Design&Contract: Come si fa ad iscriversi al Premio?
Armando Bruno: Dal 10 dicembre sarà attivo il form per l'iscrizione su www.youngdesign.info. Tutti i designer troveranno il Regolamento, che quest'anno abbiamo sostanzialmente modificato. Comunque a breve inizierà una forte campagna di comunicazione alle scuole, università, aziende con l’obiettivo di incuriosire questi giovani e di spingerli a mettersi in gioco. Lo scorso anno abbiamo avuto 60 iscrizioni valide (contro 200 iscrizioni totali) . Per la prossima edizione ci prefiggiamo obiettivi molto ambiziosi e so che li raggiungeremo.

Newsletter

Trattamento dei dati personali ai sensi della legge vigente sulla privacy (art. 4 D.Lgs. 196/03)

Le riviste

suitegdamac

Riflessi at Design Week 2017

Milano Design Week 2017

Follow us on