Realizzazioni

GRAND HOTEL RIVIERA

GRAND HOTEL RIVIERA
Dopo anni di completo abbandono, il Grand Hotel Riviera, storico complesso alberghiero salentino, rinasce a nuova vita con un intervento di recupero ed integrale ridisegno interno. La struttura, posizionata lungo uno dei tratti di costa più straordinari del Salento ionico, proprio a ridosso del mare, compone un villaggio di snelle "torri" di avvistamento costiero collegate alla base da una piastra di servizi e spazi comuni. Le torri, rivolte al vicino golfo di Gallipoli, regalano alle camere indimenticabili viste panoramiche sul Mediterraneo. All'esterno, spettacolari terrazzamenti ambientali su più livelli ospitano piscine, campi da tennis, belvedere, caffè e ristorante all'aperto, spazi per banchetti, solarium, prati di rigogliosa macchia mediterranea e profumate pinete abitate, qui e là, da rocce affioranti. Il progetto, silenzioso e leggero, rigenera lo splendore della struttura senza stravolgimenti, conservando al complesso l'originaria essenzialità di ascendenza razionalista, anzi spingendo il lessico architettonico verso una semplicità elementare quasi "arcaica": i corpi architettonici sono fasciati da intonaci bianchi senza soluzione di continuità; bordi porosi in dorata pietra leccese intervengono a definire con decisione profili e silhouettes; trafori in cotto dipinto punteggiano le teorie di logge e balconi, conferendo alle facciate l'aspetto di eleganti ricami tridimensionali. Gli esiti di poche ma decise scelte progettuali sono sorprendenti: dai promontori della linea di costa, così come dalle acque del mare, il complesso appare nelle sembianze di una minuta ma densa "città bianca" arroccata su pendii di rocce e masse arboree; emana il fascino onirico dei candidi insediamenti storici pugliesi, così profondamente radicati nell'immaginario collettivo; esercita sui luoghi il potere magnetico delle grandi architetture mediterranee. Raggiunta, la struttura rivela un'articolata composizione per quinte architettoniche in successione e livelli di quota mutevoli che regalano al visitatore la meraviglia di continue scoperte fra scorci, foreste, panorami, orizzonti e paesaggi indimenticabili. Gli interni, similmente rigorosi ed essenziali, rileggono in chiave contemporanea le tradizioni delle architetture litoranee salentine: freschezze cromatiche, ceramiche smaltate, velari, tessuti quasi impalpabili, pietre locali e superfici su cui il bianco discende come liquido costruiscono un paesaggio percettivo soffice e cangiante. Gli allestimenti, liberati da ogni eccessiva densificazione così come dal predominio delle tinte scure, lascito delle precedenti vicende, esplodono di luce e colori. Soffitti morbidi, tendaggi evanescenti e piogge di "lanterne" volanti disegnano spazi accoglienti, soffici; edificano la suggestione di luoghi magici eppur così familiari, avvolgenti, per certi versi domestici. Scelte architettoniche, espedienti costruttivi e specifiche soluzioni tecnologiche, conferiscono alla struttura un atteggiamento di elevata responsabilità per quanto attiene la tutela delle risorse ambientali ed il contenimento dei consumi energetici.

Le grandi superfici murarie di tamponamento sono state coibentate attraverso insufflazioni di fibra di cellulosa naturale. Tutte le finestrature originali all'inglese in legno sono state conservate e recuperate con l'inserimento di nuovi vetricamera e doppie guarnizioni dinamiche, con drastico miglioramento dei livelli di isolamento termico, di tenuta al vento e di comfort acustico. Un impianto idronico a ventilconvettori con doppia pompa di calore a due stadi di compressione gestisce la climatizzazione degli spazi comuni; ad esso è associato un sistema di ventilazione meccanica controllata con recuperatori di calore a flussi incrociati ed efficienze di oltre il 60% per il recupero di energia termica dall'aria ricambiata. Camere e i corridoi sono serviti da pompe di calore multisplit ad inverter di ultima generazione, con terminali di impianto canalizzati. Un sistema HCS di controllo degli accessi, consente la gestione automatica dei parametri di temperatura interna delle camere, attivando differenti regimi termici in base all'occupazione delle stanze (camere non assegnate, assegnate con ospiti assenti, assegnate con ospiti presenti), migliorando sensibilmente la rapidità di messa a regime della climatizzazione ed evitando inutili, onerosi ed inefficienti cicli di (ri)avvio delle unità di condizionamento. L'edificio è dotato di impianto solare termico integrato per la produzione di acqua calda sanitaria nel periodo estivo e per la produzione combinata, in inverno, di acqua calda sanitaria e calore per la climatizzazione di sale comuni e foyer. Questa particolare soluzione ben risponde al profilo di carico della struttura, sfruttando la produzione di calore in eccesso da solare termico per il riscaldamento delle parti comuni al piano terra, utilizzate a pieno regime anche nella stagione invernale. Un impianto di stoccaggio consente la raccolta ed il riutilizzo delle acque piovane ad uso irriguo; in particolare le precipitazioni raccolte da alcuni scarichi sottoposti (rampa economato, pozzi luce centrali, lastrici sottoquota, ecc.), sono stoccate nell'ex vasca di raccolta acque nere, perfettamente bonificata e trasformata in serbatoio di raccolta della capacità utile di 60mc. Una pompa sommersa ad inverter con filtro a sabbia si occupa di alimentare l'impianto per l'irrigazione dei giardini pensili e della meravigliosa pineta. L'impianto elettrico è dotato di un sistema di monitoraggio dei carichi in grado di registrare tutti i profili delle utenze principali consentendo nel tempo interventi qualitativi e quantitativi volti all'ottimizzazione nell'utilizzo dell'energia. L'intero sistema di illuminazione è realizzato con tecnologia LED di ultima generazione, destinata ad incidere sensibilmente, in termini di riduzione dei costi complessivi, su una delle maggiori voci di spesa del comparto.

Città: SANTA MARIA AL BAGNO

Status: Completed

Anno di realizzazione: 2016

Progettista: TOMAS GHISELLINI ARCHITETTI

Fornitori qualificati: MAPEI, KVADRAT, ARPER, FLOS

Fotogallery

Newsletter

Trattamento dei dati personali ai sensi della legge vigente sulla privacy (art. 4 D.Lgs. 196/03)

Le riviste

suitegdamac

Follow us on