Realizzazioni

HOTEL LUNGARNO FIRENZE

HOTEL LUNGARNO FIRENZE
Dopo un restyling durato sei mesi realizzato dall’interior designer Michele Bonan, l’Hotel Lungarno di Firenze ha riaperto le porte svelando dieci nuove camere e suite studiate appositamente per le famiglie, una nuova lobby lounge e una serie di programmi riguardati la ristorazione e in l’arte. 
Nel 1995 la famiglia Ferragamo è diventata proprietaria dell’immobile trasformandolo, grazie al progetto d’interni commissionato anche allora all’architetto Bonan, nel primo albergo d’arte della città. 
La struttura, infatti, mette a disposizione dei suoi ospiti un ricco percorso artistico, composto da oltre 450 opere dedicato a Picasso, Bueno, Marino Marini e Ottone Rosai ai quali si aggiungono opere incentrate a diverse correnti e avanguardie. 
Al programma artistico si aggiunge quello ristorativo che trova la sua massima espressione nel Ristorante Borgo San Jacopo guidato dallo chef stellato Peter Brunel. Con una nuova sala da pranzo e una cantina con oltre 1.000 bottiglie di vino, il locale incanta gli ospiti proponendo i grandi classici della cucina toscana e audaci rivisitazioni gourmet.  
Tra le prime facilities riprogettate che incontrano gli ospiti al loro arrivo c’è la nuova lobby lounge, caratterizzata da palette nautica che combina le sfumature del blu con il bianco, che incornicia perfettamente la spettacolare vista sull’Arno e sul Ponte Vecchio. 
Il paesaggio investe anche le camere da letto e suite che, ridotte da 78 a 65, hanno lasciato spazio a dieci ambienti più grandi ideali per le famiglie, anche loro caratterizzate da una palette giocata sul bianco e sul blu. 

Crediti fotografici: Hotel Lungarno

Città: FIRENZE

Status: Completed

Anno di realizzazione: 2017

Progettista: MICHELE BONAN ARCHITETTO

Fotogallery

Le riviste

suitegdamac

Follow us on