Realizzazioni

MAGORABIN

MAGORABIN
Incontro con Gaetano Orlandella, di Biglia Srl, che ha curato l'illuminazione del nuovo Magorabin by Marcello Trentini.

Lo scenario che ho trovato quando sono entrato la prima volta è stato il seguente: una sala a pianta rettangolare sormontata da una volta in mattoni a vista; otto tavoli rotondi; uno chef stellato ai fornelli.
Un progetto nasce da una attenta analisi dell'ambiente che ci circonda e deve essere libero da ogni vincolo commerciale. Si valuta insieme al cliente quale scenario è adatto al suo ambiente; cosa vuole valorizzare e cosa vuole invece nascondere (in fin dei conti la luce senza ombra non avrebbe lo stesso fascino); quali gerarchie di illuminazione si vogliono rispettare (possibile che un quadro meriti la stessa luce di una parete di intonaco?).
Raggiunta l'idea di progetto si campionano i prodotti. L'illuminazione è una delle materie più democratiche che ho studiato. Si possono ottenere risultati identici o dei buoni compromessi se si ha l'onestà intellettuale di riconoscere la qualità costruttiva di un prodotto. Il prezzo quindi si determina di conseguenza. 
ERCO è la sintesi di tutto ciò. Magorabin è stato realizzato con 8 pullux da 6W (+2W di alimentazione). Data l'alta efficienza luminosa e i requisiti di progetto sono stati dimmerati di circa il 50%, pertanto il nostro chef si può permettere oggi di illuminare una sala intera con 32W. 
Perchè proporre Erco al Magorabin? Lo chef ci mostra alcuni dei suoi piatti. Indiscutibilmente delle opere d'arte (e soprattutto fantastiche al palato). Se il cibo quindi è l'elemento gerarchico più importante dentro un ristorante stellato perchè non investire in un apparecchio museale che ne esalti tutti i suoi aspetti anzichè illuminarlo con un semplice faretto?
Il passo successivo alla progettazione è sempre la campionatura. Il catalogo serve ai tecnici, ai clienti occorre mostrare il prodotto nel suo ambiente e farglielo vedere acceso ed essere preparati su ogni singola componente di ciò che si propone. Se non si è preparati non si va da nessuna parte. 
Campioniamo quindi il nostro Pollux di Erco insieme a soluzioni più economiche. Chiediamo di portare sul tavolo un cesto di arance. Accendiamo gli apparecchi e illuminiamo gli oggetti sul tavolo. Il prodotto più economico risulta abbagliante, dimmerandolo sfarfalla leggermente, 10 arance sul tavolo e le vediamo tutte dello stesso colore. La luce si concentra al centro creando un bollo di luce, peccato che a tavola i piatti dello chef siano tutti sui bordi.
Accendiamo il pollux e scopriamo che ogni arancia ha almeno due sfumature di colore. Dal rosso all'arancio con una nitidezza dei colori quasi surreale. La luce è perfettamente uniforme sul tavolo fino ai bordi, pertanto la superficie riflettente della tavola si allarga restituendo uno alla volta il giusto accento e illuminando il volto dei commensali senza abbagliarli. 

Città: TORINO

Status: Completed

Anno di realizzazione: 2015

Fornitori qualificati: ERCO ILLUMINAZIONE

Newsletter

Trattamento dei dati personali ai sensi della legge vigente sulla privacy (art. 4 D.Lgs. 196/03)

Le riviste

suitegdamac

Follow us on