Realizzazioni

RESORT BUFI

it en
RESORT BUFI
Il Resort Bufi è una casa privata che nasce dalla passione e dall’incontro tra Graziano Bufi e i progettisti Gianni Veneziano e Luciana Di Virgilio dello studio V+T, che con un sapiente restauro hanno riportato in vita un antico palazzo nel centro storico di Molfetta sulla costa Adriatica. 
Oggi lo storico palazzo settecentesco si sviluppa su cinque livelli per un totale di circa 500 metri quadrati: al livello -1 è stata ricavata la zona spa con vasca idromassaggio, doccia emozionale, bagno turco e ingresso alla spiaggia privata, mentre al piano strada trovano posto l’ingresso con la zona reception e una camera. Il primo piano è occupato da due camere e il secondo da altre due camere e una sala massaggi mentre al terzo piano, invece, trovano posto la zona colazioni e il solarium. 
L’interior design è un’accattivante combinazione tra storia, design contemporaneo e arte, per la presenza sulle pareti degli spazi comuni e delle camere, delle originali elaborazioni grafiche di acquerelli e disegni di Gianni Veneziano. Mosaici digitali che fanno da “fil rouge” agli ambienti, insieme all’uso diffuso del rovere, sbiancato lasciandone a vista la porosità e l’essenza naturale. 
Gli arredi su misura tra cui il bancone della reception, gli armadi, le mensole e gli scrittoi delle camere sono statti disegnai dagli architetti e realizzati dall’impresa del proprietario dello stabile, che è anche il committente del progetto. 
“Abbiamo voluto creare un dialogo tra storico e contemporaneo – spiega Di Virgilio – mixando i materiali: pietra, vetro, cemento a vista, parquet e mosaico digitale. Quest’ultimo protagonista degli spazi, dall’ingresso sulla parete di fronte alla reception, alle camere, fino al vano scala tra il secondo e il terzo piano, su una parete alta oltre 5 metri”. 
L’utilizzo del mosaico digitale, tecnica già utilizzata per alcuni allestimenti fieristici e realizzato dall’azienda pugliese Mosaico Digitale, ha offerto la possibilità ai progettisti di imprimere nel vinile una riproduzione fedele dei disegni di Gianni Veneziano, elementi costanti della sua attività. 
“Quella del disegno – spiega Veneziano – è una pratica in cui si fondono idee ed emozioni, pensieri e intuizioni dove i soggetti raffigurati e le tecniche impiegate sono molteplici e riflettono le diverse e variegate sfaccettature del design. Di disegno in disegno emerge l’anima di ciascuno dei progettisti coinvolti, siano essi onirici, poetici, fiabeschi, fumettistici o concettuali. I segni tracciati sono sempre la fedele restituzione di scenari mentali e idee che tendono a prendere forma”. 
E proprio i grandi disegni di Veneziano interpretati attraverso la tecnica del mosaico digitale rappresentano una sorta di sequenza narrativa che, alternandosi alle pareti di pietra e a quelle completamente bianche, rendono il progetto degli interni fortemente caratterizzato. 
“Il mosaico per me – spiega l’architetto artista – è una sorta di liquido denso, infinito, dove non è possibile capire l’inizio o la fine in una rappresentazione numerica, celebrale, emozionale che progetta un nuovo mondo da definire. È la libertà di trasposizione di qualsiasi forma dettata dal pensiero”. 

Pubblicato su Suite numero 161 

Crediti fotografici: Veneziano+Team

Città: MOLFETTA

Status: Completed

Anno di realizzazione: 2012

Progettista: VENEZIANO + TEAM

Fornitori qualificati: ARTEMIDE ITALIA, VIABIZZUNO, MOROSO , KARTELL, GESSI, LINVISIBILE BY PORTARREDO

Fotogallery

Le riviste

suitegdamac

Follow us on