Realizzazioni

RISTORANTE BERTON

RISTORANTE BERTON
Progettato dallo studio Vudafieri Saverino Partners, il Ristorante Berton rispecchia nei suoi interni la personalità e la filosofia del celebre chef. L’ambiente architettonico molto rigoroso è stato addolcito da alcuni interventi, nei materiali (carta, legno, cemento, metallo), nella struttura, nelle scelte cromatiche (dai toni chiari al tortora), che privilegiano sobrietà ed eleganza, creando un’atmosfera accogliente e riservata. La scelta della luce naturale è un plus: le grandi vetrate che si affacciano sulla nuova area delle varesine sono state solo parzialmente schermate da pannelli di carta pergamena accoppiata: di giorno lasciano intravedere l’esterno, pur garantendo la privacy al locale e mantenendo, internamente, la luminosità necessaria. Di notte, invece, grazie ad un led interno, diventano elementi discreti di illuminazione.
Gli infissi sono rivestiti in legno di olmo fiammato, che scalda l’ambiente, in armonia con le pareti rivestite da pannelli chiari di carta verniciata alla francese dalla raffinata texture.
I pavimenti in cemento contrastano elegantemente con sobria neutralità e per il soffitto si è scelto invece di utilizzare lunghi pannelli inclinati degradanti e complementari tra loto che creano dinamicità e prospettiva oltre a contribuire all’insonorizzazione del locale. Da qui i punti luce sono piccoli spot incassati, collocati puntualmente in corrispondenza dei tavoli.
I tavoli, semplicissimi, di rovere nero, hanno una superficie materica e sono rifiniti ai bordi con una "svasatura" al contrario; un dettaglio che offre un inusitato appoggio alle braccia. Una grande porta asimmetrica, pezzo unico di artigianalità, separa la sala da un piccolo privè, arredato con un solo tavolo asimmetrico e corredato da supporti tecnologici per ospitare riservati business lunch. La porta, all’interno della saletta, è rivestita di tasselli di olmo sfalsati, mentre la facciata all’interno della sala principale è una composizione di pannelli di acciaio nichelato e ottone su struttura di base sempre in olmo.
Una novità assoluta riguarda invece gli ambienti di servizio, dotati di tecnologie di nuova generazione. Essenziali e rigorosi, i lavelli installati nei bagni sono blocchi unici di marmo scavato e la rubinetteria in acciaio inox consente di lavare e asciugare le mani senza spostarle dal lavandino.
Foto: courtesy Felice Scoccimarro

Città: MILANO

Anno di realizzazione: 2013

Progettista: VUDAFIERI SAVERINO PARTNERS

Fornitori qualificati: GIORGETTI

Fotogallery

Newsletter

Trattamento dei dati personali ai sensi della legge vigente sulla privacy (art. 4 D.Lgs. 196/03)

Le riviste

suitegdamac

Riflessi at Design Week 2017

Milano Design Week 2017

Follow us on