Realizzazioni

VILLA DRAGONWYCK

it en
VILLA DRAGONWYCK
La Villa Dragonwyck, nella contea di Surrey sulla St George’s Hill, ideata per la famiglia del petroliere russo Maxim Demin, nasce dalla mente creativa dell’architetto Fabio Rotella e dalla incessante ricerca progettuale del suo staff. Il progetto esplora un nuovo stile che non può essere definito come omogeneo, ma piuttosto abbraccia una grande varietà di influenze ed elaborazioni tailor made. La Villa Dragonwyck è un progetto di lusso di alto livello eppure risulta essere uno spazio confortevole da poter chiamare “casa”, dove tutto è stato progettato sotto lo sguardo vigile della padrona di casa Elena Demin, perché venissero soddisfatte tutte le sue richieste. Il risultato è una sinfonia di decorazioni, specchi, tendaggi, trasparenze, marmi intarsiati con bronzo e legno, boiserie ornate con particolari cornici, colori e materiali inaspettati e inusuali. 
Uno stile unico ideato appositamente per Veyron Group, come progetto pilota da poter replicare per successive ville di lusso e boutique hotel in tutto il Regno Unito. Lo stile definito “Post Neoclassicismo” dall’architetto Fabio Rotella, si ispira all’atmosfera di art decò degli anni ’20 e ’30 reinterpretata in chiave moderna. La decorazione è l’elemento che dà vita a tutti gli arredi e alle finiture della villa. Sono stati studiati, appositamente per il progetto, una serie di decori applicati poi su: pavimenti in legno e marmo, soffitti e pareti, boiserie, pietra, mosaico, tessuti, carte da parati. Caratteristiche del luxury design ideato dallo Studio Rotella sono l’imponente scalinata a spirale in marmo, il maestoso camino punto focale della zona giorno, la vasca in marmo bianco del bagno padronale e i motivi di intarsi di legno e ottone dei pavimenti.

Città: LONDRA

Status: Completed

Anno di realizzazione: 2016

Progettista: STUDIOROTELLA

Fornitori qualificati: MINOTTI CUCINE, SICIS

Fotogallery

Newsletter

Trattamento dei dati personali ai sensi della legge vigente sulla privacy (art. 4 D.Lgs. 196/03)

Le riviste

suitegdamac

Follow us on