Report eventi

Happy Business To You 2013

Happy Business To You 2013
Si è conclusa con successo sabato 16 febbraio 2013, la seconda edizione di Happy Business to You, il Salone del contract Made in Italy che per 4 giorni (13 – 16 febbraio) ha trasformato la Fiera di Pordenone nella capitale di questo particolare settore dell’arredamento dedicato alle grandi commesse legate al settore del turismo, dell’accoglienza e dei servizi in genere. Da un primo conteggio delle schede di registrazione sono stati oltre 8.200 i visitatori (17% in più dello scorso anno), nella maggior parte si tratta di contatti qualificati: progettisti, architetti, general contractors, buyers con precisi progetti di acquisto; il 21 % circa dei visitatori proviene dall'estero e nello specifico da 53 diversi paesi. Raddoppiate quindi le presenze straniere rispetto alla precedente edizione, con importanti delegazioni provenienti da Canada, Russia, Ucraina, Thailandia, Emirati Arabi. Alcune chicche: registrati visitatori anche dallo Swaziland, Sierra Leone e Malesia... Una riconferma dopo l’ottimo esordio registrato con la prima edizione per la Fiera di Pordenone che con questa manifestazione prenota un ruolo nel panorama fieristico internazionale. Successo anche per il programma “Convegni e Seminari” organizzato nelle 4 giornate di Fiera. Happy Business To You 2103 ha ospitato infatti oltre 20 appuntamenti dedicati ai protagonisti dell'architettura mondiale, alle aziende leader nel settore del contract design e ad alcuni interessanti Focus dedicati a temi specifici. Affollatissima la lectio magistralis di Ross Lovegrove, che - venerdì 15 febbraio - ha parlato di fronte ad una gremitissima platea composta da giovani studenti di architettura e da professionisti della progettazione e del design. L’archistar è stata poi l’ospite d’onore del party che ha chiuso la penultima giornata di manifestazione. Lovegrove vanta numerose e fortunate collaborazioni anche con prestigiosi ed importanti brand italiani dell'arredamento e dell'illuminazione come Moroso, Ceccotti, Cappellini, Driade, Luceplan e Alias, che in questi anni hanno scelto il suo genio e il suo estro creativo per dare vita a oggetti e prodotti diventati icone del design. Nel suo intervento ha messo in risalto il valore della creatività e del design nella progettazione: caratteristiche che contraddistinguono il Made in Italy nel mondo. Tecnologia, sostenibilità ambientale e proiezione verso il futuro riassumono i concetti alla base della cultura progettuale di Lovegrove che vede nel design uno strumento indispensabile per affrontare le sfide del futuro.

Evento: HAPPY BUSINESS TO YOU 2013

Newsletter

Trattamento dei dati personali ai sensi della legge vigente sulla privacy (art. 4 D.Lgs. 196/03)

Le riviste

suitegdamac

Riflessi at Design Week 2017

Milano Design Week 2017

Follow us on