Skip to Content

Realizzazioni

THE YARD HOTEL

“Sentirsi come a casa”, questo il messaggio che vuole trasmettere The Yard, la raffinata concept-house, aperta a Milano, due anni fa, a pochi passi dai Navigli e dal Design District e a pochi minuti da Piazza del Duomo. L’albergo è stato recentemente ampliato con un piano di 800 mq, sul quale sono distribuiti la nuova reception, il bar, i servizi ,10 nuove camere che si vanno ad aggiungere al nucleo della struttura originaria, costituita da 14 stanze, oltre ad una suite e ad una dependance e una vasta area polifunzionale.
Per The Yard, le parole che di solito usiamo per descrivere una struttura ricettiva appaiono inadeguate: cominciando proprio dalla reception, che, all’ingresso, accoglie l’ospite con un lungo tavolo dove si lavora al computer. Nessuna barriera dalla quale, spesso, algidi addetti ti squadrano dall’alto al basso, nel vero senso della parola. Di fronte, in attesa di nuovi ospiti, due poltrone da barbiere!
E, girando lo sguardo nella vasta area dell’accoglienza, ci appare un mondo ricco di sorprese e di emozioni.
Quello che vediamo ci appare dapprima come un grande set in attesa che qualcuno, con mano esperta, metta ogni cosa al proprio giusto posto: ma basta poco per rendersi conto che è il palcoscenico delle memorie di tutti noi, un universo di memoria collettiva, un messaggio a sua volta universale, di accoglienza per gli ospiti, da ovunque provengano. Ecco perché, per tutti, è possibile sentirsi come a casa a The Yard.
Alcune suggestive parti comuni che ogni ospite può utilizzare secondo le sue necessità, arricchiscono e completano lo spazio: dal “The Doping Club”, così definito non senza una punta di ironia, con la sua veste caratterizzata dalla presenza di un arredamento che richiama chiaramente, la vetrina di una farmacia dei primi del ‘900 alla Biblioteca, la cui parete è stata rivestita dal disegno di un vecchia cassettiera e la cui porta ha l’aspetto dell’anta di un vecchio armadio.
Non è facile definire la sensazione che viene trasmessa da un ambiente confortevole quale è The Yard che ha come filo conduttore, la caratterizzazione di ogni camera con un attrezzo e una decorazione parietale che allude ad uno sport, ma senza trascurare l’innovazione tecnologica per il benessere e la qualità dell’ospitalità, cominciando dall’accoglienza, non formale, accogliente nel vero senso della parola, che permea l’impostazione della struttura a quattro, ben meritate stelle.