Eventi

Ambiente 2018: più internazionale che mai

published on: 15 febbraio 2018
Ambiente 2018: più internazionale che mai
Dopo cinque giornate cariche di energia, si è conclusa martedì 13 febbraio in un clima positivo Ambiente, la fiera leader mondiale del settore dei beni di consumo. Visitatori provenienti da tanti Paesi diversi, come mai prima d’ora, si sono dedicati all’attività di networking, hanno ordinato tanti nuovi prodotti da tutto il mondo e fatto il pieno di stimoli per un futuro digitale. 
Su una superficie di 308.000 metri quadrati lordi, 4.441 espositori provenienti da 89 Paesi hanno presentato i trend che caratterizzeranno il prossimo anno commerciale. 

L’81% degli espositori proveniva dall’estero, rendendo così l’edizione 2018 di Ambiente la più internazionale di tutti i tempi. Importanti decision maker internazionali in rappresentanza di tutti i canali di vendita erano presenti in numero maggiore rispetto allo scorso anno (+6%), raggiungendo per la prima volta la quota del 60% dei visitatori totali. Ciò ha garantito ottimi affari nell’export e un clima molto positivo all’interno dei padiglioni. Nel complesso sono stati 134.600 i buyer provenienti da 168 Paesi che hanno visitato Ambiente di Francoforte sul Meno. Come previsto si è registrato un calo dei visitatori dalla Germania a causa, da una parte, dei cambiamenti in atto nel panorama commerciale tedesco e, dall’altra, per la concomitanza con il carnevale e la sovrapposizione con il periodo di vacanza nei Land del sud della Germania. 

Le dieci nazioni maggiormente rappresentate tra i visitatori sono state, dopo la Germania, Italia, Cina, Francia, USA, Gran Bretagna, Paesi Bassi, Spagna, Turchia, Corea e Svizzera. Il grado di soddisfazione tra i visitatori, pari al 96%, si è mantenuto stabile a un livello molto elevato. Una crescita sopra la media del numero di visitatori si è registrata da Cina, Corea, Russia, Paesi del Nord Africa, Sudafrica e tutto il Sudamerica, Turchia, Libano e Cipro.

Fotogallery

Le riviste

Follow us on