Inaugurazioni

Brach Paris, il nuovo boutique hotel di Philippe Starck portatore di freschezza al XVI arrondissement

published on: 11 novembre 2018
Brach Paris, il nuovo boutique hotel di Philippe Starck portatore di freschezza al XVI arrondissement
Al centro del XVI arrondissement, vicino al Trocadero, alla Torre Eiffel e al mercato di Passy, l’hotel Brach svela lo spazio di libertà e di luce progettato da Philippe Starck. Il progettista di fama mondiale ha progettato oltre 7.000 mq di spazio dalla cifra romantica e modernista, retnica ed elegante, che rivela la sua struttura di vetro dietro una vegetazione intensa. 
Nato da una ristrutturazione di quattro anni degli interni di un edificio segnato dal terribile e poco promettente brutalismo di un ufficio postale di smistamento degli anni settanta, Philippe Starck, a cui l’hospitality group Evok ha dato carta bianca, ha portato lo stile chic di fascia alta nel cuore di Parigi.
Intelligente, colto e romantico, Brach offre un comfort raffinato e un'eleganza esigente ispirata all'architettura moderna degli anni trenta e quella etnica di stampo asiatico, africano e sudamericano, giocando sul contrasto di materiali naturali e grezzi come metallo, legno, cemento e pelle. L'hotel offre 59 camere e suite con terrazze, un ampio ristorante, una pasticceria, un cocktail bar, un orto sul tetto e un club sportivo aperto a tutta la città. 
Di primo acchito, l'imponente cornice in vetro e acciaio del Brach sembra incongrua rispetto ai suoi vicini Haussmaniani, ma la severità della struttura è attenuata da un tripudio di verde che fa capolino dai suoi giardini terrazzati. La hall e il piano interrato sono stati concepiti come spazi pubblici, aperti sia agli avventori del posto che agli ospiti dell'hotel. 
Il centro sportivo situato al piano interrato – anch’esso aperto ai parigini e gratuito per gli ospiti – è cavernoso e maschile, declinato in uno stile che rende omaggio alle palestre di pugilato degli anni trenta.
Il ristorante Brach, il cuore dello spazio pubblico dell'hotel, è al piano superiore, appena fuori dalla hall e può accogliere fino a 160 ospiti. È una stanza ampia, aperta e ariosa, piena di vita e luce, ritmati da pilastri a sezione quadrata a cui sono affissi lampade con paralume che creano un’atmosfera intima, tavoli con panche insieme ad altri più alti con top in marmo retroilluminato e sgabelli. 
Al piano superiore, l'elegante modernità di Brach diventa più personale: le 59 camere e suite dell'hotel sono progettate individualmente, ogni spazio è informato dalla visione casualmente eclettica di Starck. Le camere sono eleganti e chic, sensuali e anticonvenzionali: pareti rivestite in noce, superfici specchiate che riflettono il calore del legno e che giocano con la luce e lo spazio. L'arredamento è un mix intelligente di pezzi degli anni cinquanta e settanta, combinati con altri dal design contemporaneo. I bagni scintillano grazie agli elementi in ottone e ai rivestimenti in marmo di Carrara dai bordi sbozzati che conferiscono quel tocco materico in più. Il sistema domotico è di altissimo livello: dal vasto e comodo letto, un semplice tocco di un pulsante alzerà le tende oscuranti, ricordando all’ospite, attraverso un promemoria vetrato che va dal pavimento al soffitto, che è a Parigi. 
Le suite, al quinto e al sesto piano, rappresentano il perfetto pied-à-terre parigino. Queste hanno una terrazza con viste avvolgenti dei tetti di Parigi e del Trocadero e possono unire le loro metrature in molteplici soluzioni aggregative, offrendo all’ospite più esigente la possibilità di affittare l’intero piano.
Il giardino pensile di 300 mq è la sorpresa più deliziosa di Brach. C'è una jacuzzi e un barbecue per le feste: il tetto è circondato da meli e peri, piantati come palizzate per offrire riparo agli orti di bacche, verdure, erbe e fiori selvatici. 
Un patchwork vivente, sorprendente e benevolo, che disegna un savoir-vivre alla misura di ogni sogno.

Per saperne di più su: PHILIPPE STARCK

Realizzazioni Citate: HOTEL BRACH PARIS

Fotogallery

Le riviste

Follow us on