News

La collezione 2016 di Tabu: I Graffiti

published on: 19 settembre 2016
La collezione 2016 di Tabu: I Graffiti
Dopo il successo ottenuto nella Collezione 2014 per le Radiche, TABU ha sviluppato ulteriori 14 modelli realizzati con la medesima tecnica utilizzata in precedenza. La scelta eco-sostenibile delle specie legnose colorate in tutto lo spessore, l’utilizzo della tecnologia di ultima generazione nel mondo del laser per il taglio, la capacità manuale di “montare” i vari pezzi di legno interpretando il disegno naturale di ciascuna specie, il supporto su un tessuto-non-tessuto anche questo certificato FSC, costituiscono i principi cardini su cui sono realizzati questi fogli il cui formato standard è di ca. 1260 x 3060 mm. TABU è riuscita a trasformare una materia prima nobile, complessa, variegata e unica in un prodotto incredibile, sofisticato e allo stesso tempo facile da usare in quanto ogni foglio risulta simile e uniforme all’altro. I disegni compositivi possono costituire una base anche per scelte cromatiche "Taylor made”. In questa collezione, realizzata unicamente con piallacci naturali tinti, sono stati scelti legni quali il Rovere e l'Eucalyptus, l’Acero Frisé, l’Erable e la Betulla. I disegni sono 14. RAYS suggerisce continui accostamenti e accavallamenti di fasci di luce, RINGS si basa su eleganti giochi geometrici con cerchi sovrapposti, YUAN negli accostamenti di poligoni ricorda antiche monete metalliche, ENDLESS suggerisce un piano infinito leggermente mosso in superficie da delicati accostamenti di toni su toni, GALAXY dona l’immagine di galassie comunicanti, dalla forma allunata ed ellittica, CAMOUFLAGE presenta i toni del bosco nordico o mediterraneo declinati nelle raffinate strutture di legni frisé e occhiolinati, MIRRORS evoca con le sue linee curve e decise un gioco senza fine di cornici di specchi, EUCLID si basa su combinazioni geometriche di triangoli, CRYSTAL sembra rappresentare più piani comunicanti tra loro, FLOW grazie alla raffinata tridimensionalità del legno raffigura confini fluidi da dimensioni vicine, JENGA ricorda torri affiancate e composte da elementi rettangolari saldamente impilati, BARCODE si distingue per la nettezza delle linee a elevato contrasto. Questa linea è un prodotto di facile utilizzo in quanto le mani esperte di TABU hanno già affrontato e risolto le tipiche questioni dei piallacci quali, a titolo esemplificativo, la stuccatura di eventuali imperfezioni e la giuntatura del legno. A richiesta TABU può fornire fogli in misure particolari e piallacci grezzi, non supportati, dove sarà completa responsabilità del cliente realizzare i pannelli e gestire così le variabili naturali del legno.

Per saperne di più su: TABU

Fotogallery

Le riviste

Follow us on