Eventi

HOTEL, a Milano riflettori puntati sulla 39^ edizione

published on: 22 luglio 2015
HOTEL, a Milano riflettori puntati sulla 39^ edizione
Che sia un viaggio di lavoro o di piacere, le aspettative degli ospiti quando raggiungono la propria meta sono prima di tutto la qualità della struttura ricettiva, l’ottima accoglienza ed ospitalità. In un ambito fortemente esperienziale come quello ricettivo-turistico, un buon impatto emotivo gioca infatti un ruolo fondamentale poiché rappresenta il primo biglietto da visita per l’ospite. 
Su questi aspetti si è soffermata a Milano l’anteprima di Hotel, la Fiera specializzata per hotellerie e ristorazione che è stata presentata alla stampa martedì 21 luglio in una serata esclusiva alla Dream Factory, nel cuore del capoluogo lombardo. 
La quattro giorni dedicata al settore dell’accoglienza e della gastronomia, che si svolgerà dal 19 al 22 ottobre a Fiera Bolzano, sarà infatti la piattaforma ideale per analizzare più nel dettaglio questi aspetti, indispensabili per qualificare il comparto turistico e ricettivo. 
L’appuntamento milanese - presentato dal Direttore di Fiera Bolzano, Reinhold Marsoner - è stato l’occasione per raccontare lo spirito della prossima edizione di Hotel, che nel suo calendario di appuntamenti riserva un ruolo sempre più di primo piano alle tematiche dell’accoglienza. 
Ad illustrare e approfondire il concetto di ospitalità e le sue varie declinazioni nel mondo dell’hotellerie e della gastronomia è intervenuto Nicola Ultimo, Restaurant Manager presso il ristorante stellato Vun di Milano (all’interno dell’hotel Park Hyatt) e delegato dell’Associazione “Noi di Sala” per la regione Lombardia. Nell’ambito del turismo alberghiero la qualità - oggettiva e misurabile - rappresenta una condizione necessaria ma non sufficiente per creare e offrire un clima di accoglienza e ospitalità. Oggi più che mai - ha spiegato Nicola Ultimo, che vanta vent’anni di esperienza in Italia e all'estero presso numerose e rinomate strutture ricettive e della ristorazione - il servizio è relazionalità sociale ed empatia e, diversamente rispetto al passato, tutto ciò non si traduce unicamente in una perfetta esecuzione tecnica e procedurale. Se educazione, rispetto e serietà rimangono comunque i cardini di questa nuova filosofia, la ricerca della sintonia, un approccio empatico e la visione multiculturale risultano i veri valori guida di una struttura turistico-ricettiva”.
Le professioni legate al settore turistico-ricettivo, se supportate da esperienza e formazione adeguata, possono infatti essere non solo foriere di nuove opportunità di lavoro ma rappresentare anche una concreta opportunità di crescita per il Paese. L’occasione per approfondire ulteriormente questi aspetti sarà dal 19 al 22 ottobre a Fiera Bolzano con la 39^ edizione di Hotel.

Le riviste

Follow us on