Inaugurazioni

Arriva a Milano l'ADI Design Museum Compasso d'Oro

published on: 1 febbraio 2019
Arriva a Milano l'ADI Design Museum Compasso d'Oro
Mercoledì 30 gennaio si è tenuta la presentazione de il Museo del Compasso d’Oro ADI. La Collezione storica del più prestigioso premio del design italiano diventerà uno dei grandi musei d’Europa dedicati al design. 

Un traguardo di un percorso iniziato nel 2011 e che ha visto la risposta a un problema che era già stato posto in luce da Giò Ponti nel 1974, la necessità di uno spazio rappresentativo del sistema design Italia. Il nuovo ADI Design Museum Compasso d’Oro di Milano, che verrà ultimato nel 2020, sarà un punto di riferimento di livello internazionale per tutte le attività – creative, produttive, economiche, professionali, sociali – che ruotano intorno al design. 
L'ex area industriale tra via Ceresio e via Bramante, interamente riprogettata e rinnovata, diventa un polo del design aperto al dialogo con tutte le realtà contemporanee e alla valorizzazione del sistema produttivo italiano. Nel nuovo profilo di Milano, meta di un numero crescente di visitatori interessati all’alta qualità culturale della città, l’ADI Design Museum Compasso d’Oro intende rappresentare un punto di riferimento che si servirà degli strumenti digitali più aggiornati per offrire al grande pubblico un’esperienza di conoscenza pienamente coinvolgente. Vuole inoltre rappresentare una risorsa per gli studenti delle scuole di design, che potranno contribuire all’esplorazione dei rapporti tra i più celebri simboli del design e i comportamenti sociali. Nell’area avranno sede, con il museo, gli uffici dell’ADI e della Fondazione ADI, sale riunioni, la biblioteca e l’archivio storico dell’ADI (che raccoglie oltre sessant’anni di documenti storici del design italiano), un bookshop e una zona dedicata alla ristorazione realizzata sulla scorta dell’esperienza ADI per EXPO 2015. 

Il museo sarà allestito secondo il progetto elaborato da Ico Migliore, Mara Servetto (Migliore + Servetto Architects) e Italo Lupi, vincitore di un concorso nazionale. Il progetto è basato sull’idea di ‘museo narrante’, concetto portato avanti dagli architetti in numerose realizzazioni museali negli ultimi anni. Sarà un centro culturale aperto al grande pubblico, attivamente coinvolto nella conoscenza del design sul filo conduttore della Collezione storica del Compasso d’Oro ADI: oltre sessant’anni della più apprezzata selezione della qualità del progetto, oggi aperta a prodotti di tutto il mondo con gli stessi criteri che le hanno guadagnato in oltre mezzo secolo la fiducia di progettisti, produttori e pubblico. Mara Servetto ha presentato il progetto nel quale "l'obiettivo principale era quello di comprendere come potessimo presentare al meglio questa collezione che è la storia del design industriale del Paese. Il museo di ADI è fondamentalmente un museo di identità, lo spazio ha avuto per cui il dovere di definire che ruolo dovesse giocare l'allestimento. Allestimento che determina oltre alle modalità museali, in cui si può fruire dei contenuti, anche i suoi tempi d'uso, tra esposizioni permanenti e temporanee in un luogo che si evolve e che cambia, questo dovuto anche al fatto che di anno in anno i contenuti si aggiornano. La Collezione di Compasso D'oro è infatti una collezione in crescendo, dove i vincitori vengono visti come semi preziosi su cui costruire il futuro." 

Crediti Fotografici: Roberto de Riccardis

Per saperne di più su: MIGLIORE + SERVETTO

Realizzazioni Citate: ADI DESIGN MUSEUM COMPASSO D’ORO

Fotogallery

Le riviste

suitegdamac

Follow us on