Eventi

Interzum 2017: più espositori, più spazio espositivo, più innovazione

published on: 3 maggio 2017
Interzum 2017: più espositori, più spazio espositivo, più innovazione
Sempre più prossima l’edizione 2017 di interzum, un'edizione che si preannuncia “storica”: si svolge in un momento economico finalmente improntato all’ottimismo, tanto è vero che il motto di interzum 2017 è “più espositori, più spazio espositivo, più innovazione”. E anche sul versante dei visitatori si è certi, anche alla luce delle preregistrazioni, che i record del passato sono destinati a essere superati. Un evento che gli organizzatori hanno rinnovato e aggiornato, così da poter consolidare ulteriormente il primato di più grande e importante evento della filiera a livello mondiale, un impegno che in queste settimane si sta concretizzando in una serie di iniziative per rendere ancora più semplice arrivare e soggiornare a Colonia. 

La biennale quest’anno accoglierà circa 1.600 espositori su una superficie di oltre 200mila metri quadrati in 10 padiglioni, diversi dei quali già “completi” dallo scorso dicembre, una chiara indicazione delle aspettative degli espositori, un interesse che trova riscontro negli oltre 150 “nuovi partecipanti”, aziende che per la prima volta esporranno a Interzum, ben il 10 per cento in più rispetto alla edizione precedente; un segnale concreto del “nuovo fermento” che si avverte nei diversi comparti raccolti nella grande rassegna di Colonia. Crescono gli espositori tedeschi, ma aumentano soprattutto le aziende che da tutto il mondo verranno a presentare le proprie novità e i propri cataloghi in riva al Reno, con un più 36 per cento (secondo i dati disponibili a poco più di quaranta giorni dalla fiera) rispetto al passato. Una crescita che è sì numerica, ma anche e soprattutto qualitativa: non solo crescono gli operatori in visita, ma si differenzia e si arricchisce il pubblico: il mondo dei “creativi”, degli interior designers si sta dimostrando sempre più attento a questa rassegna che ha la propria vocazione nella presentazione di trend, decorativi, meccanismi che rendono mobili e arredi non solo migliori, ma anche più belli. Sempre più, dunque, Interzum rafforza la propria funzione non solo di momento imprescindibile per chi il mobile lo costruisce, ma anche per chi è più attento ai suoi valori estetici, al contributo che può dare a un ambiente, sia esso residenziale o di lavoro, piuttosto che un contesto aperto al pubblico, un bar, un hotel. 

La divisione della gigantesca offerta merceologia in tre aree di Materials & Nature, Function & ComponentsTextile & Machinery permette a tutti i visitatori di dare una facile lettura di quanto a Interzum viene presentato. Non solo: la presenza delle Piazze all’interno di ogni area tematica permette di cogliere immediatamente i trend più rilevanti e le novità più significative. Non saranno solo delle “vetrine speciali”, dei riflettori puntati su alcuni prodotti o espositori, ma diverranno dei veri e propri punti di riferimento, dei luoghi di incontro, di confronto, di conversazione dove espositori, visitatori, tecnici e operatori potranno discutere. Proprio per essere sicuri che ciascun visitatore possa cogliere, fra i tanti messaggi della fiera, le chiavi per comprendere in che direzione si muove l’industria del mobile, la fiera è attraversata da una linea rossa che anche quest’anno collega l’Ingresso sud con tutti i luoghi della fiera che meritano una attenzione particolare. “Follow the Red line” è un vero e proprio “itinerario consigliato” per visitare tutte le aree tematiche di Interzum, così da poterne avere una visione d’insieme.

Fotogallery

Le riviste

suitegdamac

Follow us on