News

LIGNA per la salvaguardia del legno di Stradivari

published on: 15 febbraio 2019
LIGNA per la salvaguardia del legno di Stradivari
La violenta tempesta che a fine ottobre si è abbattuta sull’Italia nord-orientale ha causato l’abbattimento di milioni di alberi. Fra le aree più colpite c’è la Valle di Fiemme, l’unico microclima dove cresce il legno di Stradivari. 

La val di Fiemme, un luogo di eccellenza della filiera italiana del legno, è dove si producono le tavole armoniche che – dai tempi di Stradivari – danno voce agli strumenti musicali più raffinati del pianeta. Il futuro di questo settore appare oggi fortemente minacciato, la sospensione a tempo indeterminato dei tagli programmati rischia di togliere alla liuteria italiana le sue fonti di approvvigionamento. 
Il legno di risonanza è una selezione particolare di fibra di abete rosso. È un legno con fibra dritta e regolare, che si ricava da piante cresciute in quota per un periodo di almeno 150-200 anni. Ha caratteristiche uniche di elasticità e leggerezza, che lo rendono il materiale ideale per la costruzione di strumenti musicali di straordinaria bellezza e sonorità.  
All’indomani della catastrofe, l’azienda-simbolo di questo settore, Enrico Ciresa srl, ha lanciato una campagna di crowdfunding a restituzione per finanziare le operazioni di recupero, stoccaggio e stagionatura del legname a terra. Hannover Fairs International, in nome della forte vicinanza che attraverso LIGNA la lega ai protagonisti della filiera italiana del legno, ha deciso di aderire alla campagna “Salviamo il legno di Stradivari” e di adottare un abete centenario. L’albero è stato recuperato, tagliato e messo in stagionatura; con gli altri abeti salvati, nei prossimi anni fornirà materia prima di qualità ai liutai di tutto il mondo e potrà donare nuova musica alle generazioni del futuro.

Fotogallery

Le riviste

Follow us on