News

Luceplan: Costanza compie 30 anni

published on: 12 settembre 2016
Luceplan: Costanza compie 30 anni
Il 2016 è un anno speciale per Luceplan: si celebra il 30° anniversario di Costanza, uno dei suoi grandi successi. Per marcare questa importante ricorrenza, Luceplan ha deciso di produrre una edizione speciale di Costanza con una finitura esclusiva, prodotta in edizione limitata numerata di 1000 pezzi per l’edizione da tavolo e altrettanti per l’edizione da terra, numerati ed autografati dal designer. La particolare finitura bronzo spazzolato a mano della struttura di Costanza è realizzata interamente a mano da artigiani specializzati: ciò fa diventare ogni pezzo unico e diverso dagli altri e rende ogni differenza un valore aggiunto, emblema del suo valore. 
Costanza nacque nel 1986 dal genio di Paolo Rizzatto, designer di fama internazionale e cofondatore dell’azienda. Fu un’intuizione tanto semplice quanto geniale: rivisitare e reinterpretare la tipologia classica della lampada a paralume, coniugando la semplicità delle linee formali con soluzioni tecnologiche altamente innovative. Un progetto fortemente all’avanguardia per gli anni ’80 grazie all’introduzione di due elementi di grande innovazione: il primo riguardava il materiale del paralume, un policarbonato in lastra che andava a sostituire i materiali tradizionali, facilitando così il trasporto grazie alla scomponibilità della lampada in tutte le sue parti con la possibilità di assemblare la lastra piana con una cucitura di chiodini a scatto, senza uso di intelaiatura. Il secondo elemento di innovazione riguardava l’accensione della lampadina: l’emissione di luce veniva regolata da un dimmer sensoriale elettronico a sfioramento che consentiva l’accensione, lo spegnimento ma anche la regolazione dell’intensità luminosa con un semplice tocco delle dita, sfruttando le caratteristiche conduttive del nostro corpo. Il design è quello dell’archetipo della lampada e combina forme semplici, tradizionali e conosciute: il quadrato della base, la linea retta dell’esile struttura di sostegno, il volume del paralume che rimanda alle forme del cerchio. L’oggetto prende vita dal rapporto tra due mondi formali e quasi contrapposti: l’uno solido e simmetrico, l’altro leggero e sorprendente, che uniscono compostezza e naturalezza inimitabili.

Per saperne di più su: LUCEPLAN

Le riviste

Follow us on