News

Milano 1919. Alle origini del design

published on: 5 novembre 2019
Milano 1919. Alle origini del design
In occasione del centenario della Iª Esposizione Regionale d’Arte Decorativa del 1919 , Giovedì 14 novembre 2019 alla Statale di Milano, si terrà "la Giornata di Studi: dalla Esposizione Regionale Lombarda d’Arte Decorativa alle Biennali di Monza". 
Quando ancora non si parlava di design e non esisteva la Triennale, nel 1919, lo stesso anno in cui Walter Gropius dava vita al movimento noto come Bauhaus (“casa della costruzione”), la città più industriosa d’Italia inaugurava la Iª Esposizione Regionale Lombarda d’Arte Decorativa, sperimentando un progetto culturale, che ambiva ad unire in un’unica prospettiva intellettuale e pratica l’arte, l’artigianato, l’industria e il mercato. In una Milano profondamente segnata dalle ferite del primo conflitto mondiale, al Sindaco di Milano Emilio Caldara giungeva un missiva che avrebbe dato avvio ad una serie di iniziative per ridare lustro a “quelle arti di decorazione che formarono un tempo l’orgoglio e la nobile caratteristica d’ogni regione italiana”.
A firmare la lettera-appello un intellettuale tout court, Guido Marangoni, deputato, critico d’arte, Conservatore del Castello Sforzesco, futuro ideatore della rivista La casa bella. L’intento di Marangoni era quello di organizzare una grande esposizione d’arte decorativa in Milano, da rinnovarsi eventualmente di biennio in biennio. Nel dicembre 1918, Augusto Osimo, Segretario Generale della Società Umanitaria, di comune accordo con Marangoni, decise di intervenire dando vita ad un progetto-pilota. La Società Umanitaria organizzò una manifestazione che doveva rilanciare quello che poteva considerarsi il nostro “made in Italy”: una Esposizione Regionale Lombarda d’Arte Decorativa con l’intento di contribuire all’affermazione ed al perfezionamento delle industrie artistiche italiane. Durata due mesi (settembre-ottobre 1919), con circa 6.000 mq. questa Esposizione rappresentò l’inizio folgorante di una splendida stagione milanese, che sarebbe approdata all'inaugurazione, nel 1933 della quinta Triennale, nel Palazzo dell’Arte: passando attraverso le Biennali Internazionali di arte decorativa nella Villa Reale di Monza, negli anni Venti. L’Esposizione regionale dell’Umanitaria del 1919 aveva aperto una strada, che avrebbe portato Milano a diventare capitale del design internazionale.

Le riviste

suitegdamac

Follow us on